Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

ATTREZZATURE AGRICOLE: TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

L’agricoltura, essendo uno dei settori a maggior rischio, sia per entità che per frequenza degli infortuni denunciati, prevede una particolare attenzione e un coinvolgimento degli Enti e delle Istituzioni che si occupano di elaborare le misure protettive e preventive per tutelare la salute e la sicurezza degli operatori agricoli.

All’interno del D.Lgs. 81/08  vengono introdotti i concetti chiave generici per la tutela dei lavoratori agricoli, le disposizioni per i datori di lavoro, le misure preventive tecniche, procedurali ed organizzative e l’utilizzo dei dispositivi di protezione.
L’art 21 del D.Lgs 81/08 estende anche ai lavoratori autonomi, compresi i coltivatori diretti e i soci delle società semplici operanti nel settore agricolo, due obblighi prima ricadenti solo sui datori di lavoro con dipendenti o assimilati:

  • utilizzare macchine e attrezzature a norma;
  • munirsi di dispositivi di protezione individuali.

Il decreto del 30/11/12 impone l’obbligo di redazione del Documento di Valutazione dei Rischi a tutte le aziende anche con meno di 10 lavoratori, sostituendo la precedente possibilità di autocertificazione.
Il decreto del 27/3/13 introduce, invece, misure semplificative rispetto agli adempimenti relativi all’informazione, formazione e sorveglianza sanitaria, per le aziende che impiegano lavoratori stagionali per meno di 50 giornate/anno.

Molto significativo statisticamente è l’impatto degli infortuni legati al rischio insito nell’utilizzo e nella movimentazione dei mezzi di trasporto e dei mezzi agricoli: fatte salve le prescrizioni rispetto alla conformità legislativa dei mezzi, è importante adottare severi protocolli di manutenzione, esercitare controlli periodici e procedure d’uso che appropriate, sia in termini di applicabilità che in termini di formazione, diffusione e controllo.
Vengono segnalati infatti molto spesso incidenti derivanti da un utilizzo improprio di strumenti e macchine, incidenti ed infortuni che potrebbero essere evitati se le procedure fossero correttamente redatte, ma soprattutto condivise con gli operatori e applicate rigidamente.

Il trattore che si ribalta è l’incidente più frequente, con le conseguenze più gravi. Quando si acquista un trattore bisogna assicurarsi che abbia i dispositivi contro il rischio di ribaltamento e le cinture di sicurezza. Se il trattore è privo di tali dispositivi occorre adeguarlo secondo le linee guida dell’ISPESL.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email