Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

BANDO ISI ASSE 3: PROGETTI DI BONIFICA DA MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

Per gli interventi di bonifica da materiali contenenti amianto il nuovo Bando Isi mette a disposizione 60 milioni di euro.

Sono definiti, per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (MCA):

  1. Le spese ammissibili a finanziamento che concorrono a formare l’importo totale del progetto;
  2. I parametri e i punteggi attribuiti ai progetti;
  3. Le Tipologie di intervento ammissibili a finanziamento;
  4. La documentazione da inviare nelle fasi di conferma e completamento della domanda e di rendicontazione finale.

SPESE AMMISSIBILI A FINANZIAMENTO

  1. Spese di progetto
  2. Spese tecniche e ammissibili

L’importo totale del progetto, dato dalla somma delle spese A e B, è finanziabile nella misura del 65% sempreché sia compreso tra il contributo minimo erogabile di 5.000 euro e il contributo massimo erogabile di 130.000 euro.

Le spese tecniche e assimilabili sono finanziabili entro la percentuale massima del 10% rispetto ai costi di cui al precedente punto A, con un importo massimo complessivo di 10.000 euro.

Ferme restando le condizioni di cui sopra, la spesa massima ammissibile per la perizia asseverata è pari a 1.850 euro.

Sono “spese di progetto” tutte quelle necessarie all’intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza, comprese, solo nel caso della rimozione di coperture in cemento-amianto, anche quelle relative al rifacimento delle stesse.

Sono “spese tecniche e ammissibili” le spese non facenti parte del progetto che si rendono necessarie per:

  • La redazione della perizia asseverata;
  • La determinazione analitica dell’amianto effettuata da laboratorio qualificato dal Ministero della Salute per la specifica metodologia di analisi utilizzata;
  • La produzione di progetti ed elaborati a firma di tecnici abilitati;
  • La direzione lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione;
  • La produzione di ogni documentazione o certificazione, riguardante l’intervento, richiesta dalla normativa, quali certificazioni di prova, di regolare esecuzione o collaudo, di prevenzione incendi, acustiche, ecc…
  • Le denunce di messa in servizio di impianti;
  • Le relazioni e dichiarazioni asseverate ove richieste dalla normativa;
  • La corresponsione di oneri per il rilascio di autorizzazioni o nulla osta da parte di enti e amministrazioni preposte.

NON sono ammissibili a finanziamento le spese relative alla compilazione della domanda di finanziamento.

PARAMETRI E PUNTEGGI DEI PROGETTI

I parametri che concorrono a determinare il punteggio riguardano le caratteristiche aziendali e le caratteristiche dello specifico progetto. *

  • Dimensioni aziendali ULA (sezione 1)
  • Lavorazione svolta (sezione 2)
  • Tipologia di intervento (sezione 3)
  • Condivisione con le parti sociali (sezione 4)
  • Bonu settori Ateco (sezione 5)

* I dati dei parametri di cui sopra che permettono la partecipazione sono reperibili dal consulente del lavoro aziendale.

TIPOLOGIE DI INTERVENTO AMMISSIBILI

Gli interventi di bonifica da MCA finanziabili sono unicamente quelli relativi alla rimozione con successivo trasporto e conferimento a impianto autorizzato ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.. Sono quindi esclusi da finanziamento gli interventi di rimozione non comprendenti lo smaltimento, quelli di incapsulamento o confinamento e, infine, il mero smaltimento di MCA già rimossi.

È ammessa la rimozione anche di parte dei MCA presenti negli ambienti di lavoro dell’impresa richiedente purché ciò sia coerente con le priorità di intervento definite nel Programma di controllo e manutenzione. Gli interventi devono essere effettuati presso il luogo nel quale l’impresa richiedente esercita la propria attività.

L’Allegato completo è consultabile sul sito Inail.

Per maggiori informazioni chiama: 0932/626321 oppure invia un’email a:info@studio3job.it

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email