Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

CORONAVIRUS: ACCORGIMENTI PER LE STRUTTURE SOCIOSANITARIE

Gli anziani e le persone affette da gravi patologie neurologiche, croniche e da disabilità sono una popolazione particolarmente fragile nello scenario epidemiologico attuale. L’età media dei pazienti deceduti e positivi a COVID-19 è 81 anni. Inoltre, il 95% dei decessi avviene in persone con più di 60 anni e con patologie di base multiple. Pertanto, nell’ambito delle strategie di prevenzione e controllo dell’epidemia da virus SARS CoV-2 è necessaria la massima attenzione nei confronti di tali gruppi di popolazione. Tuttavia, nelle strutture residenziali sociosanitarie sono ospitati anche soggetti con patologie croniche, affetti da disabilità di varia natura o con altre problematiche di salute; anche queste persone sono da considerarsi fragili e potenzialmente a maggior rischio di evoluzione grave se colpite da COVID-19.

Le misure generali e specifiche a livello della struttura residenziale sociosanitaria prevedono un rafforzamento dei programmi e dei principi fondamentali di prevenzione e controllo delle infezioni correlate all’assistenza (ICA).  Le misure specifiche da mettere in atto nel contesto dell’epidemia di COVID-19 sono:

  1. Misure di carattere organizzativo per prevenire l’ingresso di casi COVID-19 in struttura.
  2. Preparazione della struttura alla gestione di eventuali casi di COVID-19 sospetti/probabili/confermati.
  3. Sospensione delle attività di gruppo e della condivisione di spazi comuni all’interno della struttura.
  4. Formazione del personale per la corretta adozione delle precauzioni standard e procedure d’isolamento.
  5. Sensibilizzazione e formazione dei residenti e dei visitatori.
  6. Elaborazione di promemoria per promuovere i comportamenti corretti.
  7. Sorveglianza attiva di quadri clinici di infezione respiratoria acuta tra i residenti e tra gli operatori.
  8. Restrizione dall’attività lavorativa degli operatori sospetti o risultati positivi al test per SARS-CoV-2 in base alle disposizioni vigenti.
  9. Monitoraggio dell’implementazione delle misure adottate.

Ogni struttura residenziale sociosanitaria dovrebbe:

  1. Avere un referente per la prevenzione e controllo delle ICA e specificatamente per COVID-19 adeguatamente formato ed addestrato (si raccomanda di seguire i Corsi FAD dell’ISS sulla piattaforma EDUISS2 e di fare riferimento a documenti sulla prevenzione e controllo di COVID-19 dell’ISS3) che possa fare riferimento ad un comitato multidisciplinare di supporto nell’ambito della struttura o a livello aziendale in stretto contatto con le autorità sanitarie locali;
  2. Assicurare attraverso il referente COVID-19 il coordinamento di tutti gli interventi e garantire un flusso informativo efficace e i rapporti con gli Enti e le Strutture di riferimento (Dipartimento di Prevenzione, Distretti e Aziende Sanitarie), pianificare e monitorare le soluzioni organizzative appropriate e sostenibili, garantire le misure igienico-sanitarie e la sanificazione degli ambienti specifici;
  3. Mantenere le comunicazioni con operatori, residenti e familiari;
  4. Adottare sistematicamente le precauzioni standard nell’assistenza di tutti i residenti e le precauzioni specifiche in base alle modalità di trasmissione e alla valutazione del rischio nella struttura;
  5. Avere un programma di medicina occupazionale che garantisca la protezione e la sicurezza degli operatori sanitari, inclusa la somministrazione gratuita di vaccino antinfluenzale stagionale durante le campagne vaccinali regionali.

Tutto il personale sanitario e di assistenza, compresi gli addetti alle pulizie, devono ricevere una formazione specifica sui principi di base della prevenzione e controllo delle ICA.

STUDIOTRE è in grado di assistere il cliente nell’adempimento di questi aspetti particolarmente delicati rispetto alla contingente situazione emergenziale.

Per saperne di più visita il sito www.salute.gov.it. Oppure qui sotto è possibile consultare e scaricare il rapporto del gruppo di lavoro ISS Prevenzione e Controllo delle Infezioni.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email