Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

CORONAVIRUS: CLIMATIZZAZIONE E RISCHIO CONTAGIO

La notizia che circolava, soprattutto all’inizio dell’emergenza, riguardo agli impianti di climatizzazione è falsa. Non è vero che diffondono il Coronavirus e non è vero che costituiscono una minaccia per la nostra salute. Anzi, se utilizzati correttamente, rappresentano un’opportunità per diminuire il rischio da contagio.

La ven­tilazione degli ambienti che può essere attuata aprendo le finestre (aerazione) o tramite sistemi mecca­nici (ventilazione meccanica), riduce il rischio contagio. L’impianto di climatiz­zazione, che fa anche ventila­zione, immettendo aria esterna contribuisce a ridurre il rischio tramite diluizione. In pratica, mag­giore è la quantità d’aria esterna che viene introdotta in un ambiente, pulita rispetto al virus, maggiore è la diluizione di carica virale.

Negli edifici dotati di specifici impianti di ventilazione (Ventilazione meccanica controllata, Vmc), questi movimentano aria attraverso un motore e consentono il ricambio dell’aria di un edificio con l’esterno. Per aumentare il livello di protezione da possibili contagi deve essere eliminata la funzione di ricircolo dell’aria, compatibilmente con il funzionamento degli impianti, per evitare l’eventuale trasporto di agenti patogeni (batteri, virus, e così via) nell’aria.

E’ comunque importante aprire, nel corso della giornata, finestre e balconi per aumentare ulteriormente il livello di ricambio dell’aria.

Affinché un impianto di climatizzazione garantisca aria pulita non contaminata, occorre pulire regolarmente i filtri dell’aria di ricircolo; pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione; sostituire il pacco filtrante con modelli più efficienti al fine di migliorare la filtrazione dell’aria in ingresso; evitare di utilizzare e spruzzare prodotti per la pulizia detergenti/disinfettanti spray direttamente sul filtro per non inalare sostanze inquinanti durante il funzionamento dell’impianto; sottoporre l’impianto a controllo e manutenzione di salubrità.

Disponibile e consultabile qui la guida patrocinata da CNA installazione e impianti, per sapere come utilizzare al meglio il climatizzatore.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email