Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

CORONAVIRUS: GAP ANALYSIS – GESTIONE RISCHIO EPIDEMIOLOGICO

Durante l’emergenza Coronavirus è stato, ed è ancora, importante garantire salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, pulizia e sanificazione degli ambienti, continuità operativa e sicurezza delle informazioni e protezione dei dati.

L’emergenza epidemiologica e le sue conseguenze economiche, hanno portato le imprese a dotarsi di sistemi volti ad assicurare: 

  • la continuità operativa anche in situazioni emergenziali;
  • la necessità di reagire tempestivamente e con metodo alla riorganizzazione dell’azienda;
  • la necessità di tutelare lavoratori ed utenti attraverso la repentina attuazione delle disposizioni volte a salvaguardare salute e sicurezza;
  • il rispetto dei dati personali e la tutela della privacy;
  • tutelare gli amministratori sui quali vertono le responsabilità di assicurare la tutela e la salute dei lavoratori e la privacy.

La Gap Analysis è uno strumento utile per le imprese nella fase di gestione del rischio epidemiologico. Queste, infatti, si stanno riorganizzando per reagire alla situazione emergenziale (approccio reattivo) e si stanno dotando di procedure strategiche per affrontare eventuali situazioni di crisi che dovessero presentarsi in futuro (approccio proattivo).

Oltre alle disposizioni di legge nazionali e regionali, che definiscono obblighi precisi e puntuali come, ad esempio, il distanziamento sociale, l’utilizzo di dispositivi di sicurezza e così via, le imprese hanno a disposizione anche la normazione volontaria che definisce metodologie volte al raggiungimento dei risultati. Tra le norme volontarie, la ISO 31000 (che permette di fare una valutazione dei rischi), la ISO 45001 (che prevede l’implementazione di sistemi per la sicurezza sui luoghi di lavoro) la ISO 22301 (in materia di business continuity) e la ISO 27001 (in materia di protezione dei dati).
Queste norme sono un riferimento per la gestione di situazioni di emergenza e delle crisi e possono essere utilizzate anche nell’ottica del ripristino delle attività in situazioni di sicurezza.

L’attività di Gap Analysis ha lo scopo di valutare il grado di applicazione, maturità, efficacia ed efficienza dei sistemi di gestione aziendali finalizzati alla gestione dei rischi, alla gestione della continuità del business (filiera produttiva e filiera di distribuzione), alla sicurezza dei lavoratori (compresa la gestione di pulizie e sanificazioni) e sulla sicurezza delle informazioni.

La Gap Analysis per la gestione della crisi prevede un approccio modulare in funzione delle esigenze della organizzazione, che potrà scegliere fra uno o più moduli.
In base ai moduli scelti, la Gap Analysis permette di: 

  • Identificare il proprio livello di compliance rispetto alle norme cogenti di riferimento;
  • Ricevere una valutazione rispetto all’adeguatezza e all’efficienza delle policy aziendali adottate;
  • Identificare il posizionamento dell’azienda rispetto ai temi trattati;
  • Identificare le azioni da porre in essere a fronte di eventuali gap o non conformità. 

Successivamente alla Gap Analysis in campo viene realizzato un Executive Summary per il management, che riporta le criticità rilevate con le priorità relative alla attuazione delle contromisure da adottare.

Attraverso la valutazione dei risultati espressi nella Relazione di Gap Analysis, l’azienda può indirizzare i propri investimenti in modo consapevole e oggettivo, definendo il piano di sviluppo ottimale rispetto ai propri obiettivi. Può inoltre dimostrare la diligenza aziendale sia rispetto all’adozione del modello 231 sia rispetto alle autorità competenti.

Qui è possibile consultare e scaricare la scheda di approfondimento realizzata da CSQA.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email