Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

CORONAVIRUS: USO CORRETTO DEI TERMOMETRI INFRAROSSI

I ricercatori Inail in collaborazione con i ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma, hanno realizzato un documento che ha l’obiettivo di fornire indicazioni su come eseguire il controllo della temperatura corporea nella fase di accesso a luoghi pubblici e privati.

La possibilità di sottoporre il personale al controllo della temperatura corporea prima dell’accesso al luogo di lavoro è una delle indicazioni contenute nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”. Il controllo della temperatura corporea avviene anche prima dell’accesso ai luoghi di esercizio pubblico. Per velocizzare la procedura, ormai obbligatoria, i datori di lavoro e i proprietari dei negozi ricorrono ai termometri infrarossi, meno invasivi di quelli tradizionali e portatili, capaci di misurare la temperatura a distanza.

Ma come usarli in modo corretto? I ricercatori Inail e della Sapienza, hanno realizzato una scheda informativa, disponibile sul sito dell’Istituto, che fornisce indicazioni su come eseguire il controllo della temperatura corporea quando si accede ai luoghi pubblici e privati.

La giusta distanza tra il termometro e la zona del corpo di cui si vuole misurare il livello termico è fondamentale per la precisione della temperatura rilevata e varia da 1 a 5 cm: più ci si allontana dal soggetto da monitorare, minore è la quantità di radiazione termica raccolta e analizzata dal termometro, perché la dispersione termica aumenta con la distanza.
Le superfici per la rilevazione della temperatura sono fronte, collo e polso. Nel documento è consigliato di allestire un’area protetta per permettere al soggetto di acclimatarsi per qualche minuto all’ambiente in cui avviene la misurazione. E’ bene ricordare che i soggetti sintomatici o paucisintomatici potrebbero non avere il sintomo della febbre, pertanto è determinante la responsabilità individuale nel monitorare il proprio stato di salute. La corretta ed efficace procedura di misurazione, in grado di garantire risultati attendibili, necessita di fatto di tempi abbastanza lunghi.
E’ meglio preferire i termometri infrarossi con certificazione CE poiché oltre a garantire la necessaria precisione di misura, assicurano anche il rispetto dei requisiti relativi alla sicurezza e alle prestazioni essenziali di dispositivi per il controllo della temperatura umana.

Fact sheet scaricabile.

Fonte: Inail


Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email