Via Dante, 112

Ragusa, RG

0932 626321

info@studio3job.it

Lun - Ven: 9:00 - 13:00 /
15:00 - 18:00

STUDIOTRE

STUDIOTRE

MACCHINE RACCOGLIFRUTTA: REQUISITI DI SICUREZZA

In agricoltura le macchine raccoglifrutta sono utilizzate molto spesso ma chi le usa deve prestare attenzione ai rischi in cui può incorrere; sono, infatti, diversi i rischi correlati all’utilizzo di queste attrezzature, ad esempio i rischi di caduta dell’alto, i rischi di scivolamenti e schiacciamenti e di perdita di stabilità della macchina.

Il documento Inail intitolato “Macchine agricole raccoglifrutta non marcate CE. Misure tecniche per la garanzia dei requisiti di sicurezza” specifica le misure tecniche che queste macchine agricole devono presentare in base all’art.70 commi 2 e 3 del D.Lgs. 81/08.

La macchina agricola raccoglifrutta “deve possedere adeguati dispositivi di segnalazione acustica e luminosa in relazione ai rischi derivanti dal suo utilizzo. Si considera accettabile un segnalatore acustico il cui massimo livello di pressione sonora misurato a una distanza di 7 m davanti alla macchina sia superiore o uguale a 93 dB (A)”. La misurazione “deve essere effettuata con motore spento, su un terreno libero da ostacoli e con il fonometro posto fra 0,5 e 1,5 m di altezza dal suolo”.

Sulla base della valutazione dei rischi connessi con l’uso della macchina “potrà essere necessario prevedere un idoneo sistema di illuminazione”. 

Il documento scrive che i punti che “presentano pericoli di schiacciamento o cesoiamento tra parti soggette a movimento reciproco, sia per gli operatori a bordo che per il personale a terra, devono “essere adeguatamente protetti per mezzo di ripari rigidi o flessibili”;

Il movimento verso il basso della piattaforma “deve essere fermato automaticamente al primo limite di discesa” e un ulteriore movimento verso il basso deve essere possibile solo dopo un ritardo di almeno 3 s. Gli allarmi sonoro e visivo devono continuare a funzionare durante tutte le operazioni di abbassamento della struttura estensibile sotto il primo limite di discesa.

Al fine di ridurre il rischio di schiacciamento fra la piattaforma e parti della macchina, deve essere fornito un dispositivo protettivo progettato per rilevare la presenza di una persona che, una volta azionato, deve fermare tutti i movimenti pericolosi della piattaforma e mantenerli arrestati.

Infine, per evitare il ribaltamento della macchina agricola raccoglifrutta, la corsa di sollevamento deve essere limitata automaticamente da arresti meccanici o da dispositivi di arresto non meccanici.   

Nel documento si fa riferimento anche a comandi, segnalazioni e indicazioni.

Tutti i comandi devono potersi azionare senza pericolo dal posto di manovra e devono essere costruiti in modo da evitare l’azionamento involontario. Inoltre, la macchina deve avere comandi realizzati in modo che tutti i suoi movimenti possano avvenire solo mentre i comandi sono azionati.

I comandi duplicati sulle piattaforme o sulla base della macchina e quelli principali devono essere interbloccati in modo che sia possibile utilizzare la macchina solo da una postazione di comando allo stesso tempo. Una singola postazione di comando deve essere attivata usando un comando dedicato, che deve dare informazioni agli operatori su quale postazione di comando è attiva in quel momento. Non deve essere possibile azionare una piattaforma da un’altra piattaforma.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email